Dalla salute al conto corrente, passando per i figli: i tanti nuovi bonus per gli ISEE bassi

In arrivo nuove agevolazioni e aiuti da parte dello Stato. Ecco i nuovi bonus per chi ha un ISEE basso e vuole approfittarne.

Il 2024 non si è aperto nel migliore dei modi per tutte quelle famiglie che, purtroppo, devono affrontare continue spese. La crisi energetica purtroppo continua, così come gli aumenti al supermercato e dal benzinaio.

Bonus per Isee bassi
Ecco i bonus per Isee bassi – genovawhatson.it

Ecco perché, ora come non mai, è davvero importante usufruire di tutti quegli aiuti e agevolazioni che lo Stato mette a disposizione dei cittadini. Sono molteplici le possibilità di usufruire di sostegni economici per chi ha un Isee basso. Vediamo insieme di che cosa si tratta.

Tutti i bonus e le agevolazioni

Una delle agevolazioni più interessanti tra quelle attualmente disponibili è il cosiddetto Bonus Bolletta. Si tratta di agevolazioni tariffarie per chi ha un Isee basso. Consiste in una riduzione dei costi per luce, acqua e gas per coloro che hanno un reddito inferiore a 8.112,23 euro. Esiste anche il Bonus Sociale per gas, luce e acqua. L’importo varia in base all’Isee fino a 9.530. Per il primo trimestre del nuovo anno, inoltre, resterà in vigore il bonus elettrico. Si tratta di una misura accessibile da coloro che hanno un Isee fino a 15mila euro e almeno 4 figli a carico.

Bonus per Isee bassi
Queste agevolazioni potrebbero fare al caso tuo – genovawhatson.it

Possibile usufruire anche della Carta Acquisiti che consente di fare compere per quei nuclei familiari che hanno membri sotto i 3 anni o sopra i 56 anni. Si tratta di un sostegno economico di 80 euro ogni due mesi per poter pagare le bollette, fare spese di generi alimentari e di beni primari. Inoltre è stata confermata anche la Carta Dedicata a Te per coloro che hanno un Isee non superiore a 15mila euro e non riceve altri sostegni al reddito.

Presente anche quest’anno l’Assegno Universale Unico per quelle famiglie con figli fino a 21 anni. L’importo massimo è di circa 200 euro per chi ha figli minorenni, fino ad un minimo di 27 euro per chi ha figli maggiorenni. In questo caso non ci sono limite di Isee, ma questo è comunque necessario per stabilire l’importo del sostegno. Esistono inoltre anche sconti e agevolazioni nel mondo della scuola. Ad esempio è disponibile il Supporto per la Formazione e il Lavoro. Si tratta di un importo una tantum di 350 euro per ogni componente occupabile del nucleo familiare che è coinvolto in progetti formativi o di ricerca del lavoro. Previsto anche il Bonus Cultura per i maggiorenni, che consiste in un importo una tantum di 500 euro .

Impostazioni privacy