Bonus viaggi: aperta la piattaforma per ottenere i soldi per viaggiare gratis

È attiva la piattaforma “Unica” per richiedere agevolazioni per viaggi e visite all’estero. Quali sono i requisiti per accedervi?

Per un intero mese, dal 15 gennaio al 15 febbraio 2024, alcune famiglie potranno presentare domanda per usufruire di un incredibile beneficio, tramite la piattaforma Unica, ideata dal Ministero dell’Istruzione e del Merito.

bonus viaggi studenti
Si può richiedere il Bonus viaggi (genovawhatson.it)

Si tratta della misura rivolta ai genitori di studenti e studentesse frequentanti le scuole statali secondarie di secondo grado e serve a finanziare viaggi di istruzione e visite didattiche.

Per sostenere l’agevolazione, sono stati stanziati 50 milioni di euro, che verranno suddivisi tra i vari istituti scolastici, secondo specifici criteri che verranno illustrati dal Ministero e che prenderanno in considerazione il valore dell’ISEE familiare. Il Bonus, infatti, è riservato ai nuclei che rispettano determinati presupposti. Scopriamo quali sono.

Bonus viaggi per studenti svantaggiati: quali sono i requisiti per accedervi?

Nel 2024 gli studenti potranno contare su un fantastico beneficio: il Bonus viaggi.

bonus visite guidate viaggi istruzione
A chi spetta il Bonus viaggi? (genovawhatson.it)

Consente la partecipazione ai viaggi di istruzione e alle visite tematiche (tra cui i programmi di studio all’estero) anche agli studenti che versano in condizioni economiche disagiate perché provenienti da famiglie particolarmente povere.

Quella delle uscite didattiche è, infatti, un’esperienza irripetibile, che rappresenta non solo un momento di crescita personale e di ampliamento delle proprie conoscenze ma anche di importante condivisione con i docenti e i compagni di scuola.

Per accedere alla misura, è necessario possedere uno specifico requisito reddituale e, in particolare, un ISEE non superiore a 5 mila euro. La certificazione può essere facilmente richiesta compilando la Dichiarazione Sostitutiva Unica (DSU) sul sito dell’INPS.

Nel caso in cui nella stessa famiglia ci siano più figli iscritti alle scuole superiori, la richiesta per il beneficio può essere presentata per ciascuno di essi. Nell’ipotesi di accoglimento dell’istanza, gli interessati potranno usufruire della copertura parziale o totale dei costi necessari per la partecipazione ai viaggi e alle visite didattiche organizzate dagli istituti scolastici.

In alternativa, potranno ottenere il rimborso, parziale o totale, delle spese già affrontate dall’inizio dell’anno scolastico, per prendere parte alle visite e ai viaggi di istruzione. In entrambi i casi, l’ammontare del Bonus verrà determinato in base ai fondi disponibili e al numero degli aventi diritto.

Per scoprire se si rientra tra i beneficiari, si può verificare l’esito online della richiesta, tramite la propria Area personale della piattaforma Unica. Ricordiamo, infine, che nel caso in cui non si riuscisse a inoltrare la richiesta per il Bonus viaggi tramite il portale, è possibile provvedere recandosi presso la segreteria della scuola in cui sono iscritti i figli.

Impostazioni privacy