La strategia mangia-soldi con cui ti fregano in aeroporto: ci cascano tutti

Vi siete mai chiesti perchè tantissime persone spendono un mucchio di soldi in aeroporto? Ecco quello che nessuno ti dice sui negozi.

aeroporto soldi negozi
La strategia mangia-soldi con cui ti fregano in aeroporto: ci cascano tutti (Genovawhatson.it)

In pochissimi lo sanno, o forse non ci hanno mai pensato, ma quando stai per andare a prendere un volo in aeroporto esiste una precisa e perfetta strategia che, sulla carta, ti fa spendere davvero tantissimi soldi senza neanche farti rendere conto di ciò che stai facendo. Il tutto, ovviamente, non è nulla di illegale, ma un vero e proprio gioco di persuasione che, da una parte, permette a questi luoghi di rimanere aperti e sostenersi, e dall’altra parte garantisce un lavoro a migliaia e migliaia di persone.

Ma di che cosa stiamo parlando? Partiamo da un quesito: vi siete mai chiesti il motivo per il quale ci viene chiesto di presentarci almeno 2 ore prima del volo in aeroporto, sebbene di faccio il check-in duri al massimo 30 o 40 minuti, il più delle volte, salvo clamorosi casi? La ragione va ricercata proprio in quell’ora e mezza circa di attesa: milioni e milioni di passeggeri, spesso annoiati e frustrati, che non vedono l’ora di salire sul proprio aereo per raggiungere la meta dei propri sogni.

Aeroporto, ecco come provano a farti spendere tanti soldi

duty free aeroporto
Ecco come fanno a spillarti più soldi possibile in aeroporto (Genovawhatson.it)

Ci si domanda: “Come riempire il proprio tempo?” Ecco la risposta: negozi sfavillanti, luci accecanti e quel duty free che, sulla carta, ti garantisce un risparmio su alcuni prodotti sui quali non si pagano le tasse. Il che è tutto vero e legittimo, se non per il fatto che, tuttavia, i prezzi siano davvero eccessivi, il più delle volte.

Il motivo di questa scelta va ricercato non solo nei -famosissimi- maxi-formati dei vari dolciumi o bevande, ma anche e soprattutto per il fatto che i clienti, di fatto, non hanno scelta: se vogliono comprare qualcosa, o semplicemente bere un caffè, dovranno necessariamente compiere una scelta tra quelle -poche- a disposizione.

Inoltre, fattore non marginale, gli aeroporti sono solitamente costruiti o pensati proprio per farci “perdere”, o quantomeno per dare la sensazione al futuro passeggero di essere in un vero e proprio paese dei balocchi, fatto di profumi e luci molto forti. Il risultato? Una maggiore propensione all’acquisto, unito al fatto che, solitamente, le persone cercano sempre un modo per riempire il “dolce far niente” con qualche azione che, nella loro mente, comporta davvero poca fatica ed una sorta di  ricompensa piacevole, come ad esempio lo shopping sfrenato.

Impostazioni privacy