Buona Epifania a tutti

Concludiamo queste strane festività con un altro giro al Canile di Montecontessa, pronti a presentarvi altri incredibili ospiti ancora alla ricerca di una casa tutta per loro.

La prima che vorremmo presentarvi si chiama Anthea: un gioiello in tutto e per tutto, ma una delle sue caratteristiche più evidenti è la delicatezza. Anthea ha subito un abbandono e da allora tende a cercare un legame con coloro che sanno entrarvi in sintonia, chiamandoli anche solo con lo sguardo. Ha appena 7 anni ed è di taglia contenuta, in passeggiata sa comportarsi a modo ed ignora i propri simili: per lei si cerca una famiglia stabile, pronta ad accoglierla per il resto della sua vita.

Per seconda avremmo il piacere di presentarvi Nikita, oramai da diversi anni in canile a causa di un abbandono. I primi tempi il suo sguardo pareva rassegnato, privo di speranza, ha persino presentato alcuni episodi di crisi epilettiche, nonostante in canile sia seguita e amata da tutti i volontari. Ma come potremmo biasimarla? Si è vista negare una vita serena, in una casa tutta sua, con un famiglia.. Questo si cerca per lei, una seconda possibilità, definitiva, per vivere serena all’interno di una famiglia che ricambi il suo amore con tutta sé stessa. Nikita era abituata ad una vita all’aperto, per questo l’ideale per lei sarebbe una casa provvista di uno spazio esterno, in modo da darle la possibilità di abituarsi poco a poco ad una vita più casalinga.

L’ultima presentazione di oggi è quella di Persia, bianca come la neve e semplicemente stupenda. Una piccola bull terrier di sei anni, di cui gli ultimi due trascorsi presso il Canile. Persia è una cagnolina decisamente attiva, le piace far movimento, giocare, passeggiare ed esplorare: con le persone va a simpatia, ma rivela subito il suo lato più tenero a chi sa conquistarla. Per lei si cerca una famiglia con una certa esperienza e che non abbia già altri cani, in quanto non va molto d’accordo con i propri simili.

Due piccole comunicazioni importanti

Prima di salutarci vorremmo evidenziare alcuni fattori importanti, in primis per conto dello stesso Canile di Montecontessa: pare che recentemente circoli sui social un post inerente ad una richiesta di coperte e lenzuola da parte del Canile, il quale attualmente non ne necessita. Tuttavia ci teniamo a sottolineare il fatto che tutto il materiale raccolto non viene mai buttato, generalmente si distribuisce a chi ne ha più bisogno, come nel caso del Canile del Gazzo, al quale presto dedicheremo una rubrica a parte.

In secondo luogo vorremmo concludere questo pezzo con una riflessione, dovuta ad un recente nuovo aumento di abbandoni, nei confronti anche di cani molto giovani: accogliere un compagno animale nella propria famiglia non è gioco, non è qualcosa da sottovalutare. Non si tratta di un soprammobile o di un quadro su cui si possa avere un ripensamento, parliamo di esseri viventi, che siano cani, gatti o altri animali. Creature che vivono e sentono, che non hanno modo di comprendere perché un giorno abbiano una casa e il giorno dopo questa gli venga negata. Indipendentemente dal fatto che si preferisca un cane di razza piuttosto che un’anima sfortunata di un Canile, sono scelte da ponderare profondamente, è un impegno, una promessa, qualcosa su cui non si può avere ripensamenti alla prima difficoltà.

Prendetevi il vostro tempo, fate volontariato, conoscete questi animali prima di decidere se aprire o meno la vostra casa: raccoglierne i pezzi è un qualcosa di straziante, una sofferenza che si può e si deve evitare.

Rinnoviamo i nostri auguri per questa Epifania, sperando che questo 2021 possa riservarci qualche soddisfazione in più, alla prossima!

-> 010 897 9374

Rispondi