Tra la piccola e la media taglia

Come sempre i nostri titoli lasciano poco spazio all’immaginazione: l’appuntamento di oggi è interamente dedicato a tre mini ospiti, che vogliamo presentarvi con tutte le attenzioni del caso.

Vi riprensentiamo il dinamico Tizzy, una forza della natura in miniatura! Si tratta di un meraviglio Jack Russel nato nel 2016. Si trova al Montecontessa dal 2019 ed è ancora alla ricerca della sua famiglia definitiva!

Non cadiamo nei soliti stereotipi, la taglia dice tutto e niente di un cane, ci sono sempre tante considerazioni da fare. Di Tizzy possiamo dirvi che è molto vivace ed esuberante, di conseguenza ha bisogno di far movimento e di impiegare le proprie energie, non è un cane da divano! Parliamo di un cane che ha già conosciuto l’amarezza dell’abbandono, di conseguenza si cercano persone decisamente consapevoli di cosa implichi davvero creare uno spazio ad un amico di zampa nella propria vita.

Proseguiamo con un altro bel peperino, ecco a voi Nappi! Parliamo di un cagnolino a dir poco stupendo, nato nel 2012 e in Canile da quasi tutta la vita. Nappi ha un carattere decisamente deciso e vispo, inizialmente tende a mostrarsi diffidente, per cui ha bisogno di tempo per capire chi si trova di fronte.

Nappi si trova a proprio agio sia con cani che gatti, al guinzaglio è molto educato ma patisce molto la macchina (quindi si dovrebbero evitare viaggi lunghi o comunque frequenti) e non è adatto alla convivenza con bambini. Parliamo di un cagnolino molto territoriale, per cui idealmente si vorrebbe trovare una sistemazione che preveda uno spazio esterno, oltre che naturalmente una famiglia consapevole e non alla prima esperienza. Missione impossibile? Forse! Ma noi non ci arrendiamo e non lo faremo mai.
Chiudiamo in bellezza con Tony, il gigante del pezzo di oggi. Giovanissimo, nato ad ottobre nel 2016, si trova al Montecontessa da diversi mesi. Nonostante la sua giovane età, come molti altri ospiti della struttura, ha un passato importante alle spalle, che inevitabilmente lo ha segnato.
Vogliamo sottolinearlo perché, non ci stancheremo mai di ripeterlo, le persone devono capire la situazione e tutte le conseguenze che ne possono derivare, in particolare il tempo ed il percorso di conoscenza che li attenderà se decideranno di volere Tony nella propria vita.
Tony non ha paura del mondo esterno, si trova a proprio agio, mentre con gli altri cani va a simpatia. Ha solo bisogno tempo per guarire e per imparare a ricredere e ad avere fiducia nelle persone.
Come sempre vi ringraziamo, per spendere tempo su queste righe e/o sulla pagina del Canile e per darci sempre una mano a cercare la famiglia per queste meraviglie.
Grazie davvero! Al prossimo mercoledì, come sempre vi lasciamo tutti i contatti utili.

-> https://associazioneuna.org/

-> info@associazioneuna.org

-> 010 897 9374

Rispondi