Un mercoledì felino

Il titolo lascia poco spazio all’immaginazione aMici, avete capito bene: l’appuntamento di oggi è interamente dedicato ai micioni.

Cominciamo con il piccolo Snow, questo musetto di una tenerezza infinita. Si tratta di un gattone di circa 7 anni con un passato per nulla domestico, pare infatti che vivesse nei pressi del Porto. Snow pare molto timido e diffidente, mostra ancora molta paura, probabilmente proprio a causa della sua vita precedente. Resta comunque un micione in perfetta salute e che merita di trovarsi una famiglia che abbia la pazienza per concedergli tutto il tempo di cui avrà bisogno per abituarsi e prepararsi per questo nuovo capitolo.

Proseguiamo con il peperino Ron: più che un nome, qui è il pelo ad essere una garanzia. Si tratta di un micione di carattere, su questo non c’è dubbio. Un gattone bellissimo, con degli occhioni meravigliosi, risulta FiV e FeLV negativo e soffre di un leggera insufficienza renale, assolutamente sotto controllo.

Fino ad oggi è stato un po’ sfortunato e, a maggior ragione, merita anche lui la possibilità di voltare pagina. Ron infatti era abituato alla vita di casa ed è evidente che il cambiamento lo abbia sconvolto, ha visto la sua fiducia tradita così, dall’oggi al domani. Che cosa aspettate?

Infine ecco Cristofora, una mini micetta super timida e semplicemente stupenda… Questa piccoletta è stata trovata all’areoporto, purtroppo non sappiamo nulla di lei. Possiamo dirvi che è in perfetta salute, Fiv e FeLV negativa, giovane e decisamente impaziente di conoscere la sua futura famiglia. Venite a darle uno sguardo, ve ne innamorerete subito!

Un’indifferenza che non c’è

E sarà la centomilionesima volta che lo riscriviamo su questi schermi, ma pare che certe idee siano davvero toste da sradicare.

I gatti patiscono l’abbandono come qualsiasi altro animale, non riusciamo davvero a capire come sia nato il mito sulla loro indifferenza. Vivono assieme a noi, nella nostra casa, all’interno della nostra famiglia, come si può pensare che non gli importi? Come si può credere che, strappandogli tutto ciò che hanno in una manciata di secondi, non li si ferisca?

Queste creature si ritrovano spaesate, circondati da odori, persone e altri animali che non conosco… Nella migliore delle ipotesi, se vengono abbandonati in struttura. Se vengono gettati in strada, le probabilità che sopravvivano scendono ancor più drasticamente, perché (che ci piaccia ammetterlo o meno) noi li abbiamo cambiati, li abbiamo addomesticati. Di conseguenza è ai limiti della follia pensare che si adattino alla vita di strada in un battito di ciglia, assolutamente insensato.

Come sempre vi ringraziamo per la vostra attenzione e supporto, buon proseguimento!

-> https://associazioneuna.org/

-> info@associazioneuna.org

-> 010 897 9374

Rispondi