Primi giorni di autunno

Le foglie cadono, le temperature mutano e la stessa atmosfera che ci circonda cambia ancora una volta, seguendo pigramente i ritmi della natura. In queste giornate sempre più fresche e variopinte, noi ci ritroviamo per il nostro appuntamento della rubrica Adottami, dedicata al Canile di Montecontessa.

Il primo ospite che avremmo piacere a presentarvi oggi, si chiama Freddy. Un muso tutto naso e lingua, con due orecchie puntate verso il cielo e due occhioni dolcissimi. Freddy è uno splendido cane di 8 anni (li porta divinamente, si) e si trova presso il Canile di Montecontessa da diversi mesi ormai. Come la maggior parte degli animali che si trovano qui, ha alle spalle un passato dal peso non indifferente: probabilmente proprio perché serba i ricordi di tutto ciò che ha passato, inizialmente non riesce a fidarsi delle persone. Richiede tempo, fiducia, una prova concreta che dimostri che siamo lì, davvero assieme a lui.. Una volta che si va oltre, Freddy si mostra per davvero, si rivela. Un cane a cui piace giocare, che non disprezza le coccole e la dolcezza; al guinzaglio è abbastanza educato e con i propri simili va a simpatia, motivo per la quale si cerca una famiglia dinamica ed equilibrata. Persone che siano disposte ad avere pazienza e che vogliano impegnarsi ad offrirgli la miglior vita possibile per un cane della sua età.

Il secondo ospite di oggi è Jd: questo cagnetto dal muso simpaticissimo e con le orecchie da pipistrello (forse vanta qualche parente in Transilvania? Non ci sembra così pallido!) si trova qui da poco e porta i segni di una recente ferita. La vita di Jd infatti è stata completamente stravolta negli ultimi mesi: nato nel 2014, la sua precedente famiglia di punto in bianco ha deciso di etichettarlo come ingestibile e da lì si sono aperte le porte del Canile. Al principio era molto spaesato, ma col tempo ha iniziato a sciogliersi con i volontari: ama giocare con la pallina, gli piace correre e far attività; il suo naso è infallibile, adora molto i giochi basati sulla ricerca olfattiva. L’ideale per questa dinamica meraviglia è un contesto tranquillo e felice, con la possibilità di godersi i propri spazi e tempi per abituarsi alla nuova vita.

Infine, abbiamo per voi un micione che insiste a non trovare una sistemazione (ma com’è possibile?): eccovi di nuovo il nostro intramontabile Bic, di cui vi ripetiamo la storia. Questo micio è comparso dal nulla, di punto in bianco, il suo musetto è comparso all’interno di una colonia felina. Ulteriore conferma la troviamo nel fatto che si tratta di un gatto castrato e decisamente abituato al contatto con le persone, ma andiamo per gradi… Perché mai è finito in strada? Le ragioni son facilmente intuibili, il caro Bic è FIV positivo, con insufficienza renale e un carcinoma all’orecchio (che come vedete dalle foto, è stato in gran parte rimosso), un poker così non si non lo vedevamo da tempo! Questo scricciolo di peli e disgrazie emette fusa a tutto spiano, che lo prendiate in braccio, che vi avviciniate a malapena, lui fuseggia come non mai e cerca coccole senza ritegno alcuno. Capiamo bene che non sia esattamente il micio perfetto che tutti sognano, ma in fin dei conti chi al mondo può definirsi tale? Si può essere felici anche nell’imperfezione!

I giorni corrono

E niente, anche questo mese sembra essere letteralmente volato via, non avevamo appena iniziato ad andare in spiaggia? MAH

Vi lasciamo come sempre tutti i contatti utili: sempre uniti per gli animali!

-> https://associazioneuna.org/

-> info@unaonlusgenova.org

-> 010 897 9374

Rispondi