Il nostro appuntamento del mercoledì

Ci ritroviamo nuovamente, come da diverse settimane, pronti come non mai per presentarvi alcuni ospiti del Canile di Montecontessa. Cani e gatti ancora in cerca di una casa, di una famiglia, che voglia accogliergli, dargli uno spazio nella propria vita, in nome di un’amicizia sincera che non venga mai a mancare.

Il primo ospite che avremmo piacere a presentarvi oggi si chiama Teo: è stato adottato da cucciolo e ha vissuto per quattro anni in casa, ma chi si occupava di lui non ce l’ha più fatta, sopraffatto dal peso della propria età e da tutto ciò che ne consegue. Il povero Teo non riesce ovviamente a vivere bene la situazione, ha visto sconvolgersi la sua vita dall’oggi al domani. Inizialmente in canile si è mostrato molto diffidente, ma ora a distanza di giorni, comincia a concedere la propria fiducia ai volontari. In passeggiata sa comportarsi e si trova a proprio agio sia con i suoi simili che con le persone. Teo è abituato alla vita in casa, una ragione in più per la quale ha bisogno di ritrovarsi al più presto tra delle mura confortevoli, parte di una famiglia che voglia essere presente e che sappia dedicargli tutte le attenzioni e le cure necessarie per un cane di giovane età come lui.

Il secondo ospite si chiama Puky, di lui ancora non sappiamo molto, è appena giunto al Canile di Montecontessa. Puky è molto giovane, è nato nel 2016, proviene a sua volta da una famiglia, per cui anche per lui si cerca urgentemente una sistemazione. La vita in box non fa per lui, non gli appartiene, sente il bisogno di far parte di una famiglia. Per Puky possiamo dirvi che si cerca una sistemazione con uno spazio all’esterno, in un contesto equilibrato ma comunque dinamico, per poter scaricare al meglio tutte le energie dovute alla sua giovane età.

Infine vi presentiamo anche Puma, un piccolo panterino nero come la liquirizia, di appena 5-6 mesi. Puma praticamente è cresciuto al Canile di Montecontessa, è molto spaventato dalle persone, non si fida e spesso tende a nascondersi per la paura. Da poco è stato collocato in uno spazio che gli consente di interfacciarsi con i propri simili (con cui si trova a proprio agio, come si nota in questi scatti con Miagolino & Edgar) e sta cominciando ad acquisire fiducia. Indubbiamente Puma è un gatto meraviglioso e merita tutto l’amore di questo mondo, probabilmente in abbinamento ad un primo gatto già presente in casa, riuscirebbe ad inserirsi con più facilità, con tutti i tempi e la pazienza necessari.

#

Un pensiero di cuore e di mente

Oggi non abbiamo nessun evento importante da segnalarvi e neppure qualche webinar da riassumervi, vorremmo solamente ricordarvi ancora una volta, di quanto sia essenziale la consapevolezza all’interno di un percorso di adozione. Lungi da noi il voler scoraggiare chi interessato a prendersi cura di un animale, ma è anche necessario riconoscere che a volte purtroppo, e spesso per ragioni che non dipendono unicamente da noi, non siamo nella posizione migliore per offrire una vita adeguata ad un animale. Con questo intendiamo un’esistenza che possa soddisfare pienamente tutto ciò che diventa indispensabile in una prospettiva incentrata sul benessere di una creatura, gatto o cane che sia, che va ben oltre il mero cibo o alloggio. Bisogna aver tempo, bisogna aver voglia di capire, di ascoltare, di imparare, di ridimensionare la propria vita e di volerla condividere pienamente, un passo decisamente non semplice.

Rimane un gesto innegabilmente stupendo quello di voler aprire il proprio cuore, ma si devono avere tutti i mezzi, materiali e non, per poterlo fare in completa serenità per coloro che vedono in noi un mare di promesse e prospettive..

Come sempre, vi ringraziamo per l’attenzione e per il forte sostegno che riceviamo sempre con i nostri appuntamenti di questa rubrica, alla prossima!

-> https://associazioneuna.org/

-> info@unaonlusgenova.org

-> 010 897 9374

Rispondi