Una splendida primavera per farsi nuovi amici

Ci ritroviamo per il nostro consueto incontro settimanale con i meravigliosi ospiti del canile di Montecontessa e i suoi incredibili volontari.

Come al solito, per non perdere tempo in inutili convenevoli, passeremmo direttamente a presentarveli: il primo ospite di oggi è Shila, giunta in struttura nel 2018 dopo che è venuto a mancare chi ne era responsabile. La piccola Shila, sin dal suo ingresso in canile, ha mostrato molta paura e diffidenza, teme il contatto con le persone che non conosce, probabilmente a causa di un passato decisamente non semplice. Col tempo tuttavia, e la mano esperta dei volontari, è riuscita a stabilire dei rapporti solidi, di fiducia; ha rivelato la sua vera natura, di cagnetta buona e affettuosa quale è. In passeggiata si comporta benissimo, non considera nessuno e va per la propria strada. Chiaramente non una situazione semplice, c’è bisogno di qualcuno profondamente consapevole e disposto ad un percorso di conoscenza.

Il secondo ospite è Rey, giunto recentissimamente in canile a seguito di un abbandono. Rey è veramente giovane, è nato il 9 marzo del 2020, e soffre veramente tanto la sua permanenza in box. Rey è un cane buono, in passeggiata è bravissimo e non considera i propri simili. Per lui si cerca una famiglia dinamica, dal momento che è un cane particolarmente energico, ma comunque stabile e coscienziosa, disponibile ad intraprendere un percorso di conoscenza.

Il terzo ospite invece si chiama Jerry White: nato nel 2012 ed entrato in canile nel 2019. Il povero Jerry evidentemente porta sulle spalle un bagaglio piuttosto pesante: nella sua precedente famiglia non è stato compreso e questa situazione instabile lo ha condotto in canile. Qui inizialmente si è mostrato sfuggente, ma poi ha imparato presto a concedere la propria fiducia ai volontari che interagivano con lui, per cui è riuscito a trovare un suo equilibrio. In canile si è mostrato buono e non ha mai dato problemi di sorta. Jerry si merita una seconda possibilità e l’ideale per lui sarebbe una famiglia non alla prima esperienza, inserita in un contesto tranquillo. Non vi è compatibilità per una convivenza con bambini o altri cani maschi.

Ultima, ma non per importanza, vi presentiamo Miglia, una piccola micia anziana con problemi di deambulazione. Presenta una debolezza generale nelle zampe posteriori, a causa di un trauma. Prima viveva per strada, ma chiaramente alla luce di queste sue condizioni non è più possibile reinserirla in quel contesto. Per Miglia si cerca una famiglia in cui poter vivere in serenità la vecchiaia: è molto tranquilla ed affettuosa, sterilizzata e testata FIV FELV negativa.

L’importanza del Sonno

Ieri ha avuto luogo il webinar della Dr.ssa Elisabetta Mariani, istruttrice cinofila e biologa, la quale ha voluto approfondire l’importanza del sonno e del riposo all’interno della vita del cane. Dormire a sufficienza e bene, aiuta ad elaborare al meglio le informazioni raccolte nel corso della giornata: nel sonno infatti l’apprendimento diventa memoria a lungo termine. Per esempio i cuccioli, tendono spesso ad addormentarsi dopo una nuova esperienza, anche per breve tempo, avendo così il modo di metabolizzare gli eventi.

La differenza tra l’uomo e il cane vi è anche nella tipologia di sonno: il nostro è monofasico, per cui prevede generalmente un’unica sessione (la notte), mentre quello del cane è polifasico. Per cui il sonno nei nostri amici a quattro zampe si presenta più volte nel corso della giornata, per un totale di circa 12-16 ore.

Un altro incontro quanto mai fondamentale, per capire le necessità di questi animali per vivere in uno stato di benessere quanto mai ottimale, in linea con la propria natura. Speriamo di avervi suscitato curiosità, in vista dei prossimi eventi, grazie per il continuo sostegno, alla prossima!

-> https://associazioneuna.org/

-> info@unaonlusgenova.org

-> 010 897 9374

Rispondi