Caso Bibbiano, Renzi e Zingaretti attaccano dai social gli avversari politici

0
9
caso-bibbiano,-renzi-e-zingaretti-attaccano-dai-social-gli-avversari-politici

A seguito della decisione di ieri da parte della Cassazione che ha revocato l’obbligo di dimora nei confronti del sindaco di Bibbiano, Andrea Carletti, indagato nell’ambito dell’inchiesta “Angeli e Demoni“, Matteo Renzi e Luca Zingaretti si scagliano contro coloro i quali hanno rivolto gravi accuse nei confronti del sindaco e del Partito democratico.

Vi ricordate la storia di Bibbiano? L’attacco violento di Lega e Cinque Stelle al sindaco? Le pagliacciate in Parlamento e sui social con lo slogan ‘PARLATECI DI BIBBIANO?’. Bene. Ieri la Cassazione ha detto che quel sindaco non doveva essere arrestato. Una montagna di fango vergognosa contro un uomo che non meritava quel trattamento. Ricorderete come l’arresto venne usato: il grimaldello per costruire la battaglia politica di chi ha più a cuore i sondaggi che la verità“.

bibbiano renzi zingaretti
Matteo Renzi (Twitter)

Queste le affermazioni del leader di Italia Viva Matteo Renzi su Facebook, che aggiunge: “La giustizia è una cosa seria. Lasciarla in mano ai giustizialisti rende questo Paese un posto barbaro. In attesa che qualcuno chieda scusa, un abbraccio a quel Sindaco. Non smetteremo mai di chiedere giustizia e verità contro il populismo e gli slogan. No, non smetteremo mai.”

Dello stesso avviso il segretario del Pd, che attraverso un post sui social dichiara: “La campagna indecente contro il Pd e il sindaco di Bibbiano non si dimentica. Ma oggi c’è una altra domanda. Chi chiederà scusa ad Andrea Carletti e alle persone messe alla gogna ingiustamente?

Matteo Salvini (Twitter)

Zingaretti inoltre coglie l’occasione per attaccare sopratutto Matteo Salvini, che il 2 dicembre, in occasione del dibattito sul Mes al Senato, aveva apostrofato più volte il premier Conte con la frase ‘Si vergogni‘ : “La Giustizia sta facendo chiarezza e ha tutto il nostro sostegno. A chi ha utilizzato una storia di cronaca giudiziaria per organizzarci una campagna politica dico nuovamente: vergognatevi!

Il sindaco di Bibbiano era finito agli arresti domiciliari insieme ad altre 17 persone il 27 giugno 2019, nell’ambito dell’inchiesta “Angeli e Demoni”, su un presunto traffico di minori nel sistema degli affidi adottato nel comune in provincia di Reggio Emilia.

Carlo Saccomando

L’articolo Caso Bibbiano, Renzi e Zingaretti attaccano dai social gli avversari politici proviene da Ultime notizie dall’Italia e dal mondo.

Rispondi